prodotti e ingredienti

VTX Bioredoxin, il dentifricio che incentiva le tue abitudini più sane e migliora il tuo stile di vita.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La formula giorno-notte si presenta come un ottimo alleato per l’adozione di una routine virtuosa di igiene orale, ma non soltanto. E’ infatti il primo passo verso un modus vivendi abitudinario e costante, che rispetti i cicli naturali del corpo umano e accresca il benessere generale.

Sommario

  • Differenza tra Abitudine e Routine;
  • Importanza della Routine nei bambini;
  • Importanza delle Routine negli adulti;
  • Routine e ciclo sonno – veglia;
  • Routine e yoga;
  • Routine e sport: da dove cominciare;
  • Routine e cura del corpo;
  • Routine e Igiene Orale;
  • Routine e Vtx-Bioredoxin con i suoi due dentifrici: Oral Day Care / Oral Night Care;
  • Come una buona abitudine può incentivare l’adozione di uno stile di vita corretto;
  • Come diventare degli esempi positivi per gli altri.
  • BONUS – Premio 

Differenza tra Abitudine e Routine

Secondo un aforisma di William James, filosofo e psicologo statunitense del XIX secolo, l’intera vita umana, per quanto possiamo sperare di darle una forma coesa e coerente, è soltanto una “massa di abitudini”.

Secondo il pensatore americano, sono proprio i gesti e le attività più semplici, quelle che compiamo quasi inconsciamente e in modo meccanico, a influire in maniera decisiva sull’indirizzo generale della nostra esistenza.

Senza voler sminuire le convinzioni di coloro che credono che la vita sia guidata da qualcosa di più alto rispetto alle ripetitive azioni della quotidianità, l’aforisma di James centra però il punto nell’enfatizzare l’importanza delle abitudini giornaliere sul modus vivendi di ognuno. 

È innegabile, infatti, come i piccoli atteggiamenti interiorizzati fin dalla più tenera età possano diventare una caratteristica distintiva del nostro essere, in grado di accompagnarci anche negli anni della maturità e della vecchiaia e di tramutarsi in vere e proprie routine.

Prima di approfondire l’incidenza di questi fattori sulle scelte che prendiamo e sulle attività che svolgiamo, è fondamentale chiarire la differenza tra abitudine e routine.

In ambito psicologico, con abitudine si intende una risposta comportamentale automatica a un certo stimolo.
Un meccanismo di stabilità e ripetitività che permette di sviluppare una determinate abilità dell’individuo

Qualora il soggetto percepisca una certa abitudine come altamente conveniente per il soddisfacimento di un bisogno particolare o per l’accrescimento del proprio benessere, si può arrivare all’interiorizzazione di una vera e propria routine. 

In altre parole, si tratta di un ritmo di vita consolidato e fruttuoso dotato della stabilità necessaria al singolo individuo per raggiungere i propri obiettivi quotidiani (e non solo), senza bisogno di modifiche continue o di un’accentuata flessibilità di comportamento.

Le routine pervadono praticamente ogni ambito dell’essere umano: dal familiare al lavorativo, dal cognitivo al biologico, ogni aspetto dell’esistenza è scandito dalla presenza più o meno consistente di schemi di azione consolidati, i quali possono rivelarsi tattiche vincenti per svolgere ciò che ci siamo prefissati, effettuando il minimo sforzo fisico-cognitivo e garantendo la massima efficienza.

Questo insieme di azioni codificate possono sembrare a prima vista una forte limitazione della nostra capacità di agire e del nostro libero arbitrio. 
In realtà diversi studi scientifici hanno dimostrato come l’essere umano sia per natura portato a ragionare e ad agire per schemi definiti e come l’adozione di abitudini e routine virtuose contribuisca sicuramente ad aumentare il senso di appagamento, ridurre lo stress, renderci più stabili e più sicuri di noi stessi.

Imparare ad alzarci tutti le mattine alla stessa ora, dedicarsi allo sport in momenti precisi della giornata, mangiare negli orari canonici…
Queste sono solo alcune delle abitudini che permettono di conciliare lo stile di vita con le esigenze biologiche del corpo.

L’organismo infatti è guidato costantemente da un rigido orologio interno, il cosiddetto ritmo circadiano. 
Si tratta di una successione di stadi che caratterizzano tutte le nostre funzionalità e che variano in funzione dell’ora naturale del giorno. L’organismo, attraverso la produzione e circolazione di ormoni differenti, ci invia di continuo molteplici segnali per farci capire qual è l’ora migliore per dormire, mangiare, lavorare e così via.

Adottare un modus vivendi basato su buone abitudini e routine consolidate è quindi un ottimo modo per venire incontro alle necessità biologiche, senza sovraccaricarsi di stress o di sforzi psico-fisici eccessivi.

IMPORTANZA DELLA ROUTINE NEI BAMBINI

Questo tipo di considerazioni è anche alla base di molti studi pedagogici volti a individuare le strategie migliore per favorire un apprendimento positivo fin dalla prima infanzia.

Tematica che, già a partire dall’inizio del secolo scorso, ha iniziato a interessare in maniera crescente il mondo accademico e scientifico. 
Rudolf Dreikurs, educatore e psichiatra originario dell’Austria, nei primi decenni del Novecento formulò la cosiddetta “teoria delle routine”.

Sostenendo come le abitudini giornaliere fossero un requisito indispensabile per garantire lo sviluppo corretto delle abilità dei più piccoli.

Riprendendo le parole dello stesso Dreikurs, “le routine sono per i bambini quello che le pareti sono per una casa, forniscono dei confini e una prospettiva per la loro vita”.

Lo psichiatra austriaco riteneva infatti che nessuno può sentirsi davvero a proprio agio in una situazione nella quale non sa mai cosa aspettarsi. 
È proprio l’adozione di buone abitudini a infonderci una sensazione di sicurezza: 
La routine stabile – diceva Dreikurs – ci dà quel senso di ordine, da cui nasce la libertà”.

I meccanicismi che guidano le nostre azioni quotidiane non sarebbero quindi affatto delle strettoie che riducono la possibilità di scegliere e agire, ma sono invece una componente ineliminabile dell’esistenza che ci aiuta nell’incrementare le competenzerafforzare la percezione di sicurezza e renderci capaci di sfruttare nel migliore dei modi il nostro libero arbitrio.

Questa interpretazione della realtà umana è tuttora alla base di numerosi sistemi educativi occidentali, specialmente di quelli dedicati alla prima infanzia.

Negli asili nido e, soprattutto, nelle scuole materne non è raro avere a che fare con una serie di programmi prestabiliti di piccole azioni giornaliere: 
– accoglienza, 
– i momenti ricreativi e quelli di apprendimento, 
– la somministrazione del pasto e l’educazione all’igiene personale sono caratterizzati da una ripetizione quotidiana di piccoli gesti e attività che i bambini imparano gradualmente ad affrontare in autonomia e sempre alla medesima ora del giorno.

Grazie all’interiorizzazione di queste routine, il bambino si rassicura e si rafforza, ponendo le basi per un apprendimento il più possibile al riparo da inquietudine e smarrimento.

Solo mediante l’adozione di un regolare programma giornaliero, si può infondere nella mente dei più giovani un senso di costanza e e perseveranza, che si rivelerà assai utile anche nelle successive fasi evolutive.

L’incameramento di semplici rituali quotidiani è di primaria importanza anche per crescere nei bambini la percezione di auto-efficacia.
Essi imparano infatti a riconoscere la propria capacità di portare a termine in maniera indipendente un’ampia gamma di mansioni differenti, sviluppando di pari passo la fiducia in se stessi.

IMPORTANZA DELLA ROUTINE NEgli adulti

Ma le routine svolgono un ruolo imprenscindibile anche dopo l’infanzia.

È stato dimostrato come esse siano un vero e proprio toccasana per salvaguardare il benessere generale del corpo umano a ogni età.

La ripetizione quotidiana di una certa abitudine e la programmazione della giornata su un modello il più possibile prestabilito contribuisce a migliorare la qualità di vita.

Al contrario, frequenti o inaspettati cambiamenti lungo l’arco delle 24 ore possono condurre alla manifestazione di tensioni e stress eccessivi, che a loro volta creano paure, insicurezze o rischiano addirittura di aggravare quelle già presenti nel soggetto.

La necessità di adattarsi continuamente a mutamenti di orari, luoghi e attività rischia di ridurre le energie e il tempo che invece dovremmo dedicare alla comprensione dei messaggi, sia fisici che emotivi, provenienti dal nostro corpo.
Fatto che ovviamente tendiamo a trascurare se ci lasciamo distogliere continuamente dall’interazione con stimoli e condizioni ambientali inedite.

Alcuni studi sostengono come l’adozione di un insieme di routine influenzi direttamente anche alcuni parametri biologici dell’organismo umano.

E’ stato notato come un carico eccessivo di “novità” all’interno della giornata innalzi nel corpo i livelli di cortisolo (un ormone che incrementa la capacità di concentrazione ma che di norma dovrebbe raggiungere il proprio picco nelle ore del mattino, tra le 9 e le 12).

Se questa sostanza si mantiene presente in maniera eccessiva, potrebbe verificarsi una diminuzione della nostra capacità di imparare e memorizzare, fattore che andrebbe ad ostacolare inevitabilmente l’efficienza dei processi cognitivi.

È stato confermato come uno stile di vita più lineare, che eviti frequenti modifiche, sostenga invece l’equilibrata produzione di HGH.
L’ormone della crescita, e aiuti a preservare il corretto funzionamento del metabolismo.

Vuoi conoscere lo stato dei tuoi denti?

Test elaborato dal Prof. S. Martinotti, Professore Ordinario del Dipartimento di scienze mediche,
orali e biotecnologiche di Chieti e la Dott.ssa Carola Romanò

ROUTINE E CICLO SONNO - VEGLIA

Tale scelta di regolarità è stata inoltre messa in relazione anche con l’equilibrio del ciclo sonno-veglia.

I risultati di una ricerca condotta da alcune università statunitensi hanno messo in evidenza come coloro che sono fedeli alla propria routine quotidiana riposino meglio durante la notte.

Alzarsi dal letto, andare al lavoro, consumare il proprio pasto sono tutte azioni che, se fatte sempre alla stessa ora, contribuiscono a facilitare l’addomentamento notturno e a diminuire l’incidenza di risvegli indesiderati durante le ore di buio.

routine e yoga

C’è poi chi mediante il ricorso a una serie di rituali e abitudini quotidiane si dedica a una ciclica pratica di ascesi e meditazione.
Stiamo parlando di coloro che praticano lo yoga, i cosiddetti yogin, che secondo le ultime stime sarebbero, soltanto in Italia, più di un milione.

Lo yoga, arrivato in Occidente dall’India, comprende un ampia gamma di esercizi, da compiere a orari rigorosamente prefissati.
Una vera e propria routine giornaliera che consentirebbe di aumentare l’autostima, combattere lo stress e alleviare dolori, specie quelli che colpiscono ossa, muscoli e articolazioni.

L’esercizio più conosciuto dello yoga è sicuramente quella del saluto al Sole.
Una pratica da svolgere nelle prime ore del mattino, a digiuno e preferibilmente subito dopo essersi alzati.

Consiste in una sequenza dinamica di dodici posizioni (tante quante le ore di luce di una giornata media).
Lo yogin effettua una successione di torsioni e flessioni di arti e busto, in grado di rafforzare l’elasticità e la tonicità del nostro organismo.

Ma il saluto al Sole, oltre a questi miglioramenti fisici, è essenziale anche da un punto di vista psicologico.
Praticandolo, infatti, si impara a regolare la respirazione e a rilassare il corpo, si ossigena il sangue e si agevola il funzionamento dei principali organi.

Tutte queste cose si traducono in un alleggerimento della tensione e nell’ottenimento di un surplus di energia, che ci consente di affrontare nel migliore dei modi la giornata.

Speculare al saluto al Sole al troviamo il saluto alla Luna, una pratica meno nota ma che contribuisce a incrementare i benefici dello yoga.
In questo modo esso va delineandosi ancora di più come un’abitudine a 360 gradi, capace di conciliarsi con i vari momenti della nostra giornata e di accompagnarci dalle prime ore della mattina fino alla sera.

Il saluto alla Luna va svolto infatti poco prima di andare a letto, nei minuti che precedono l’addormentamento.
E’ costituito da movimenti lenti, volti a riequilibrare le energie del corpo e a favorirne il rilassamento in vista della notte.

Tra i suoi principali benefici rientrano infatti la prevenzione dell’insonnia, la riduzione dello stress e la regolarizzazione del sistema ormonale.

routine e yoga

Lo yoga non è l’unica attività fisica routinaria che si può svolgere.
Praticamente ogni tipo di allenamento necessita di rituali precisi da svolgere con costanza e dedizione, se si punta a massimizzare i benefici derivanti dallo sport.

L’acquisizione di buone abitudini relative all’esercizio fisico può risultare difficile per coloro che svolgono una vita sedentaria o hanno difficoltà a trovare un momento libero tra i vari impegni lavorativi e familiari.

Per coloro che desiderano essere più attivi, il primo consiglio è quello di non strafare.
Quindi di non imbarcarsi in attività sportive al di sopra delle proprie capacità.

Occorre ancora una volta procedere a piccoli passi, adottando semplici abitudini che nel medio-lungo periodo ci consentano di migliorare il livello di benessere.

Parcheggiare un po’ più lontano del solito, prendere le scale invece dell’ascensore, muoversi a piedi invece che in auto, dedicarsi alle faccende domestiche più faticose.

Sono tutti piccoli gesti quotidiani che possono trasformarsi in routine virtuose, predisponendo l’organismo ad affrontare una vera e propria attività sportiva.

È essenziale, soprattutto per chi non fa esercizio fisico da molto tempo, organizzare un programma ben strutturato di allenamento.
Lo sport non deve essere interpretato come un tappabuchi dell’agenda quotidiana, ma deve essere opportunamente inserito in una precisa fascia della giornata, preferibilmente tra le 15 e le 18, quando il nostro corpo è in grado di recepire nel migliore dei modi i benefici dell’esercizio fisico.

Occorre infine ricordare come all’interno di una sana routine sportiva non debbano mai mancare i momenti dedicati al riscaldamento e al defaticamento.
Un’attività svolta troppo rapidamente, senza le necessarie operazioni di preparazione o senza il graduale recupero dallo sforzo muscolare, rischia di essere addirittura controproducente, esponendo l’organismo a rischiose complicazioni dello stato di salute.

routine e cura del corpo

Scelte abitudinarie sono un toccasana anche per quel che riguarda l’igiene e la cura del corpo.

Si sta diffondendo ormai da qualche tempo il termine Beauty Routine, ovvero quell’insieme di rituali da svolgere a cadenza giornaliera e settimanale per donare all’organismo un aspetto bello e in salute.

Decidere di seguire una Beauty Routine non significa doversi sottoporre continuamente a sedute di bellezza lunghe e dispendiose.
Si tratta semplicemente di adottare alcune buone regole che rispettino l’equilibrio del proprio corpo e della propria pelle, in modo da ottenere un’immagine più radiosa e salutare.

Partiamo con alcuni suggerimenti per il corretto trattamento del viso, la parte del corpo più visibile ed esposta agli agenti esterni.

È fondamentale iniziare la giornata con un corretto metodo di purificazione e detersione della pelle.
Si raccomanda quindi di dedicarsi, subito dopo essersi svegliati, a un lavaggio con sapone delicato e acqua micellare (un prodotto che consente di idratare e pulire il viso fino in profondità).

È importante concludere il risciacquo mattutino con l’uso di una soluzione tonica che, terminata la detersione, richiuda i pori affinché sia più difficile per le impurità ambientali entrare in contatto con la nostra pelle.

Una buona routine di cura del viso prevede anche un trattamento specifico per la sera.

Occorre infatti detergere nuovamente il viso prima di andare a dormire, ricordandosi di rimuovere completamente l’eventuale trucco utilizzato durante il giorno e applicando una crema notte che sappia agevolare la rigenerazione dei tessuti del viso.

Abitudini virtuose fanno la differenza anche nella cura della pelle delle altre parti del corpo.
Sotto la doccia è per esempio raccomandabile detergersi sempre con una spugna e, al termine del lavaggio, ricorrere a una crema idratante.

A integrare questi piccoli accorgimenti giornalieri ci sono poi una serie di routine settimanali:

– come applicare una maschera per il viso (in grado di eliminare il sebo in eccesso e combattere l’acne), 
– dedicare un po’ di tempo allo scrub durante il bagno (ciò si rivelerà utile per tonificare la pelle ed eliminare le cellule morte).

Piccole accortezze, che se svolte a cadenza regolare, contribuiscono ad ampliare il numero delle buone abitudini e a migliorare il nostro benessere generale.

routine e igiene orale

Un comportamento virtuoso nella cura del proprio corpo non può però fare a meno di una corretta e costante igiene orale.

Essa è senza dubbio l’attività con cui, fin dall’infanzia, ci approcciamo con più abitudinarietà e regolarità.

Già da piccoli impariamo a prestare attenzione alla cura di denti e gengive, interiorizzando una routine di gesti e attività che ci portiamo dietro per tutta la vita.

Si rivela infatti essenziale a ogni età procedere al lavaggio del cavo orale dopo i pasti principali della giornata.

Se nella prima infanzia ci limitiamo all’utilizzo di spazzolino e dentifricio, successivamente è consigliabile integrare l’igiene orale con l’introduzione di più prodotti (filo interdentale, collutorio, scovolino) che combinati assieme sono in grado di garantire il massimo livello di benessere alla nostra bocca.

Una buona abitudine è quella poi di recarsi ogni sei mesi dal proprio dentista, per effettuare una pulizia dei denti e monitorare l’eventuale comparsa di patologie.

All’interno di una routine così importante per la salute umana, risulta fondamentale il ricorso a prodotti che incoraggino e agevolino l’adozione di una scrupolosa igiene orale.

Vuoi saperne di più sui nostri prodotti?

Routine e Vtx-Bioredoxin con i suoi due dentifrici: Oral Day Care – Oral Night Care

Il dentifricio giorno-notte VTX Bioredoxin è stato creato proprio con il fine di innescare un insieme di corrette routine per quanto riguarda la salute del cavo orale.

Le due formule, indicate l’una per il lavaggio diurno e l’altra per il lavaggio notturno, si presentano infatti come un prezioso alleato per supportare i quotidiani trattamenti di igiene della bocca.

Le versioni Oral Day Care e Oral Night Care, con la loro composizione specifica, sono infatti in grado di accompagnarci lungo tutto l’arco delle 24 ore, conciliandosi con le esigenze e i ritmi naturali del corpo.

I due trattamenti, accomunati dalla presenza di Curcumina (sostanza ideale per la cura e la prevenzione delle patologie più diffuse che colpiscono il cavo orale), si differenziano per la presenza di alcune componenti specifiche, capaci di adattarsi perfettamente ai diversi momenti della giornata in cui effettuiamo i lavaggi orali.

Nel dentifricio giorno, accanto alla Curcumina, troviamo quindi Taurina Ginseng, due sostanze naturali che, dopo le lunghe ore di sonno, supportano la riattivazione del corpo e agevolano l’inizio della giornata, donandoci un piacevole surplus di energia da sfruttare nel corso delle attività quotidiane.

Dall’altra parte, il dentifricio notte associa alle proprietà della Curcumina i benefici della Melissa e dalla Melatonina, che con i loro effetti calmanti e rilassanti possono contribuire a conciliare il sonno, ridurre il tempo di addromentamento e farci riposare sereni per tutta la notte.

L’utilizzo di VTX-Bioredoxin aiuta di fatto il corpo a predisporsi per l’ambiente e le circostanze in cui, di lì a poco, si troverà coinvolto.

La mattina, per esempio, non appena iniziamo a lavarci i denti, il cervello comincia a mandare segnali al resto dell’organismo per indicare che ci stiamo preparando per uscire di casa e affrontare le mansioni della giornata.

Se quindi nel lavaggio orale usiamo quotidianamente Oral Day Care, questo passaggio risulterà più agevole, poiché i suoi principi attivi supporteranno il nostro sistema nervoso nella riattivazione delle varie parti del corpo.

Scenario simile, seppur capovolto, riguarda il lavaggio del cavo orale che effettuiamo prima di andare a letto: in quel caso, appena viene avvertita la riduzione della luce naturale, la ghiandola pineale inizia a produrre Melatonina indicandoci che ci stiamo avvicinando alle ore in cui è più opportuno dormire.

Oral Night Care, con le sue componenti specifiche, integra la naturale produzione di Melatonina con l’aggiunta delle proprietà rilassanti della Melissa: si predispone così il corpo ad approcciarsi nel modo più piacevole possibile alla fase notturna.

Un po’ come nello yoga, dove troviamo il saluto al Sole e il saluto alla Luna, o nell’allenamento sportivo, dove è essenziale una fase di riscaldamento e di defaticamento, la formula giorno-notte di VTX-Bioredoxin è in grado di conciliarsi a pieno con le varie esigenze biologiche del corpo, accompagnandolo nei complessi processi di attivazione e rilassamento.

Da tali considerazione, si evince quanto sia vantaggioso inserire i dentifrici Oral Day Care e Oral Nght Care all’interno del trattamento cui sottoponiamo quotidianamente il cavo orale.

Non soltanto per garantire un’igiene ottimale a denti e gengive, ma anche per incentivarci a seguire uno stile di vita più sano e routinario, che rispetti i ritmi dell’organismo, limiti gli inutili sovraccarichi di stress e conduca a un miglioramento della sensazione di benessere generale.

scopri i benefici delle buone abitudini

Come una Buona Abitudine può incentivare l’adozione di uno stile di vita corretto

La mission di VTX-Bioredoxin è proprio quella di stimolare l’acquisizione di buone pratiche di vita e buone abitudini.
Nella convinzione che un’igiene orale assidua e costante possa costituirsi come il primo passo per intraprendere un modus vivendi che faccia della programmazione e della routine un vero e proprio mantra.

Ricerca di regolarità che non deve riguardare esclusivamente la cura del corpo, ma che dovrebbe estendersi a ogni tipo di attività e mansione che svolgiamo quotidianamente.

È stato notato come una piccola quantità di buone abitudini in un dato settore incentivi l’adozione di routine virtuose anche in altri ambiti della nostra vita.

Per fare un esempio: avere a cuore la propria igiene orale conduce il più delle volte a porre maggior attenzione sulle scelte alimentari.

Adottare una dieta salutare e bilanciata ci porta a sviluppare maggiore interesse per il benessere dell’intero organismo e di conseguenza per l’attività fisica.

Lo sport spesso incrementa il desiderio di migliorare il proprio aspetto estetico, cosa che spesso si traduce in una maggiore attenzione per la cura del corpo.

Quello appena citato è soltanto uno dei tanti casi in cui, a partire dall’interiorizzazione di una solo buona abitudine, può innescarsi uno stile di vita scandito da vari tipologie di routine che, l’una insieme all’altra, contribuiscono a farci sentire meglio.

In un processo di questo genere, a risultare avvantaggiato è anche il nostro stesso cervello.
Esso impara infatti a ragionare per schemi prestabiliti all’interno di un ampio ventaglio di situazioni ricorrenti, risparmiando energia e conservandola per quelle occasioni dove la creatività e l’adattamento si rendono invece indispensabili e possono fare la differenza nel raggiungimento di un certo obiettivo.

Attuare un comportamento il più possibile routinario è quindi utile anche in termini di conservazione e gestione oculata delle risorse messe a disposizione dall’organismo.

Inoltre, porsi e raggiungere piccoli obiettivi giornalieri, anche se connessi alle routine più automatizzate e semplici, comporta un concreto innalzamento dell’autostima e della fiducia nelle proprie capacità.

Un tale modus vivendi comporta quindi una vasta gamma di risultati positivi che vanno a incidere oltre che sulla salute fisica anche sulla soddisfazione personale di ciascuno.

Come diventare degli esempi positivi per gli altri

È importante concludere il discorso legato alle buone abitudini che ognuno di noi dovrebbe perseguire, enfatizzando come l’acquisizione di una serie di routine virtuose abbia un risvolto decisivo anche in ambito sociale.

Se ci rendiamo personalmente autori di scelte sane e regolari nei campi dell’alimentazione, della salute, dell’attività fisica, della cura e dell’igiene del corpo, il nostro esempio può diventare fonte di ispirazione.

Possiamo infatti diventare modello per coloro che vivono in maniera incostante, all’insegna dell’imprevedibilità e senza quella giusta programmazione che in diversi ambiti può costituire, come abbiamo ampiamente argomentato, un toccasana per il mantenimento dell’equilibrio psico-fisico dell’organismo.

Se una fetta crescente della popolazione scegliesse di seguire uno stile di vita fondato sulla regolarità e costanza, i vantaggi sarebbero percepibili dalla totalità della comunità di riferimento.

Abitudini sane per quanto riguarda scelte alimentari, igiene personale e attività fisica contribuirebbero infatti a innalzare il livello di salute medio della popolazione.

Ciò si potrebbe perfino tradurre in un notevole risparmio dei fondi pubblici destinati al servizio sanitario, i quali sarebbero così reinvestiti in altri settori.

Il fine ultimo di VTX-Bioredoxin va a coincidere in pieno con la scelta di contribuire al miglioramento del benessere, tanto individuale quanto collettivo.

Il dentifricio giorno-notte infatti è stato ideato anche con lo scopo di creare un prodotto facilmente assimilabile alle nostre routine quotidiane.

Oral Day Care e Oral Night Care si candidano quindi a diventare tasselli indispensabili di quel circolo virtuoso di sane abitudini, i cui benefici possono estendersi, con effetto domino, a molteplici ambiti della nostra esistenza.

Visto che sei arrivato fino alla fine allora vuol dire che sei davvero interessato alla salute dei tuoi denti.
Allora ti meriti un BONUS – Premio. Scrivi nel Carrello il CODICE – lancio20 – ed avrai un 20% di sconto sui nostri prodotti + spedizione gratuita!

Approfittane perchè è valido solo fino a fine Agosto!

ECCO COME I NOSTRI PRODOTTI POSSONO INTEGRARSI NELLA TUA ROUTINE DI IGIENE ORALE

Potrebbe interessarti