studio scientifico

Il nostro studio scientifico ha avuto ad oggetto l’effetto biologico di un dentifricio a base di curcumina ed è stato condotto dal Dipartimento di Scienze Orali e Biotecnologiche dell’Università di Chieti.

Lo scopo di questo studio è di trovare una correlazione tra il contenuto batterico associato alla malattia parodontale e l’effetto di un trattamento dentale sistemico con un dentifricio arricchito di curcumina.

laboratorio

background

La malattia parodontale è un disturbo infiammatorio che interessa le strutture dei denti di supporto, tra cui la gengiva, il legamento parodontale e l’osso alveolare, causando la perdita di tessuto connettivo, il riassorbimento dell’osso alveolare e la formazione di tasche parodontali. Principalmente, la malattia parodontale è associata a una coorte di batteri patogeni, che determinano la sintesi del biofilm e l’induzione di uno stato cariogeno dei denti.Materiali e Metodi. In questo studio sono stati arruolati XXX pazienti volontari, di età compresa tra 21 e 59 anni, di età media 35,5 anni. 

In base alla profondità della tasca gengivale compresa tra 3 e 7 mm, i pazienti sono stati divisi in due gruppi: il primo (XX pazienti) con tasche profonde> 5 mm e il secondo (XX pazienti, 53,7%) <5 mm. 

 

La profondità della tasca e il sanguinamento al sondaggio erano i parametri clinici misurati per ciascun paziente. I campioni prelevati sono stati elaborati per l’analisi microbiologica mediante tecnica quantitativa assoluta in tempo reale Taq-Man (kit CEIVD – Meridol- Perio-Diagnostics).

Scopo della ricerca. I volontari iscritti sono stati divisi casualmente in due gruppi: X sono stati trattati con un dentifricio regolare (formula Vitalex *, dentifricio arricchito con erbe e aromi naturali,* marchio registrato) e altri X sono stati trattati con il dentifricio arricchito con curcumina Vitalex per due settimane di erogazione due trattamenti al giorno (uno al mattino e l’altro alla sera). Al giorno 0 prima del trattamento, un estratto di contenuto di placca dalla tasca gengivale profonda è stato prelevato e processato per l’estrazione del DNA e l’analisi PCR in tempo reale dei batteri patogeni parodontali. La stessa procedura è stata applicata alla fine del trattamento. La valutazione dei dati era basata sulla presenza quantitativa di specie batteriche indagate.

risultati

I pazienti trattati con i due preparati di dentifricio sono stati analizzati come presenza quantitativa di batteri parodontali nella loro tasca gengivale profonda e placca dentale.I risultati sono stati i seguenti: i volontari dopo il dentifricio arricchito con curcumina hanno mostrato una riduzione della quantità di patogeni parodontali presenti nella loro tasca gengivale. 

Inoltre, su piastre da coltura batterica, la crescita abtterica peridontale è risultata attenuata sui preparati colturali in presenza di curcumina.

Questo studio pilota preliminare suggerisce che la curcumina sciolta nel dentifricio dà un potenziale effetto benefico sull’abbassare il contenuto di batteri patogeni, determinando una diminuzione della promozione cariogenica e dando uno stato antinfiammatorio benefico, contrastando la malattia parodontale.

conclusioni

L’analisi microbiologica quantitativa è un punto chiave per migliorare la compliance dei pazienti, permettendoci di scegliere il trattamento antibiotico specifico evitando la resistenza agli antibiotici e garantendo il buon esito della terapia per la malattia parodontale.

Questo studio pilota suggerisce che è possibile lanciare una linea specifica di prodotti per dentifricio che consentirebbe il controllo della malattia parodontale, mantenendo un buon livello di salute dei denti.

scopri come ottenere i benefici di questo studio scientifico con i nostri prodotti

approfondimenti sullo studio scientifico